Indietro

Come tradurre «0 a.d. download ita - 0 to.d. download ita»



Traduttore

0 to.d. download ita
Itanos
                                               

Itanos

Itanos è un ex comune della Grecia nella periferia di Creta con 2.514 abitanti secondo i dati del censimento 2001. È stato soppresso a seguito della riforma amministrativa, detta programma Callicrate, in vigore dal gennaio 2011 ed è ora compreso nel comune di Sitia. Si estende sullestremo lembo Nord Est dellisola di Creta. Vi si trovano innumerevoli vestigia dellepoca minoica.

                                               

Provincia Maritima Italorum

La Liguria fu conquistata dai Bizantini nel 538, durante la guerra gotica 535-553, ma fu pacificata solo nel 554. Il territorio ligure entrò a far parte della provincia delle Alpi Cozie, come narrato da Paolo Diacono nella sua descrizione dellItalia alla vigilia dellinvasione longobarda: Si ritiene che questa provincia fosse la sede di uno dei quattro ducati di frontiera bizantini posti a difesa dellarco alpino: quello che presidiava le Alpi Graie e Cozie. Stando alle disposizioni della Prammatica Sanzione del 554, la provincia doveva essere governata da un governatore civile Iudex provinciae eletto dai vescovi e dai notabili. Nel 569 i Longobardi conquistarono Milano e gran parte dellItalia nord-occidentale, al punto che Paolo Diacono sostenne che ai Bizantini rimasero solo le città poste sul litorale ligure. Tuttavia sembra in realtà che i Longobardi nei loro primi anni di espansione in Italia abbiano occupato solo lItalia transpadana a nord del Po; Bisanzio poté dunque mantenere almeno inizialmente il possesso della Liguria e del basso Piemonte, mantenendo addirittura il possesso di alcune fortezze al di là del Po. Nel frattempo, secondo almeno alcuni studiosi, la provincia delle Alpi Cozie sarebbe stata soppressa e accorpata, insieme ad altre province nelleparchia Urbicaria, intorno al 580. Lipotesi si basa sulla Descriptio orbis Romani del geografo Giorgio Ciprio, redatta intorno al 610, che suddivide lItalia bizantina in cinque eparchie. Gli studiosi Formentini e Conti ritengono che la sezione relativa allItalia della Descriptio orbis romani descriva la suddivisione amministrativa dellItalia bizantina intorno al periodo 578-580, e che laggregazione della costa ligure alleparchia Urbicaria fosse una misura di emergenza, volta ad rendere più sicuro per Roma il controllo delle regioni costiere occidentali; essi sostengono che listituzione della Provincia Maritima Italorum fosse successiva a tale misura di emergenza. Allepoca, dunque, i Bizantini in Liguria e in Basso Piemonte controllavano ancora, secondo Giorgio Ciprio: Luni in Liguria Γὰραντα Quadrata in Piemonte secondo il Conti, ma lidentificazione è controversa Neapolis Novara in Piemonte secondo il Conti, ma lidentificazione è controversa Genova in Liguria Ventimiglia in Liguria Altri studiosi come il Cosentino, invece, hanno messo in dubbio lesistenza di questa presunta riforma amministrativa, giudicando inattendibile la sezione relativa allItalia dellopera di Giorgio Ciprio, il quale, essendo molto probabilmente armeno, era verosimilmente poco informato sullItalia e potrebbe aver preso o dedotto la suddivisione dellItalia in cinque eparchie da fonti disorganiche non direttamente provenienti dalla cancelleria imperiale, risultando in una generale inattendibilità di quella sezione; daltronde, tale suddivisione dellItalia in cinque eparchie, a dire del Cosentino, risulterebbe anche andare in contrasto con quanto riferito da fonti coeve italiche, come lepistolario di Papa Gregorio Magno le epigrafi. Intorno al 584 anche leparchia Urbicaria venne soppressa e la parte della Liguria rimasta bizantina assunse in seguito il nome di Provincia Maritima italorum, termine per la prima volta attestato dal geografo di fine VII secolo Anonimo Ravennate. Scavi archeologici a Ventimiglia, Albenga e Luni hanno provato che i collegamenti marittimi tra la Liguria le altre regioni rimasero intensi. Nel frattempo, sotto re Autari e successivamente con re Agilulfo, i Longobardi si espansero ulteriormente ed intorno al 599 conquistarono il Basso Piemonte, riducendo la Liguria bizantina alle coste intorno al 599 e tagliando la Liguria dal resto dellItalia bizantina con la conquista in particolare delle fortezze di Bismantova e Suriano-Filattiera. Tanto lentroterra longobardo si era avvicinato al litorale ligure bizantino che Papa Gregorio Magno scrisse di aver ricevuto la notizia della nascita del figlio di Agilulfo, Adaloaldo, da una missiva inviata poco distante da Genova. Negli ultimi anni di regno di Agilulfo e sotto i suoi successori Adaloaldo e Arioaldo, i Longobardi mantennero la pace con i Bizantini, ma quando salì al trono re Rotari 636, questi perseguì una politica espansionistica contro Bisanzio. Nel 639 Rotari conquistò Oderzo e Altino nel Veneto e nel 643 tentò addirittura di conquistare Ravenna, scontrandosi presso il fiume Scultenna con lesercito bizantino: Rotari vinse la battaglia, ma la vittoria non fu così risolutiva come la dipingono le fonti filolongobarde del tempo, dato che Rotari rinunciò alla presa di Ravenna e si diresse verso ovest, puntando verso la Liguria bizantina. Negli ultimi mesi del 643, Rotari conquistò tutta la Liguria bizantina: In realtà il quadro di diffuse devastazioni descritto dallo spesso inaccurato Fredegario che infatti colloca erroneamente gli avvenimenti nellanno 630, con incendi, devastazioni, riduzione in schiavitù della popolazione, distruzione delle mura e declassamento da città a villaggi dei centri conquistati, è stato ridimensionato dalla storiografia moderna, che lo ritiene frutto per lo più della sorpresa dei testimoni, che dopo un quarantennio di relativa pace dovettero tornare ad assistere alle asperità belliche; la riduzione in schiavitù, in particolare, risulta del tutto incompatibile con le modalità dellinsediamento longobardo in Italia, a settantanni dalla conquista, tanto che non esiste alcuna altra testimonianza in merito a tale pratica. Anche gli esiti degli scavi archeologici sembrano sconfessare il quadro di devastazioni descritto da Fredegario: da quanto risulta dai dati archeologici, solo Albenga sembrerebbe essere stata pesantemente devastata e incendiata durante la conquista longobarda del 643, mentre altre città liguri, come Luni, Savona e Ventimiglia, non sembrerebbero aver subito danni rilevanti durante la transizione dal dominio bizantino a quello longobardo, in quanto i danni attestati dagli scavi sarebbero da attribuire alle invasioni barbariche del V secolo e non alla conquista longobarda del VII secolo.

Italcementi
                                               

Italcementi

Italcementi S.p.A. fondata nel 1864, è unazienda italiana di materiali da costruzione con una capacità produttiva di oltre 60 milioni di tonnellate di cemento annue, diventando il quinto produttore di cemento a livello mondiale. La società è stata quotata presso la Borsa di Milano dal 1874 fino all11 ottobre 2016, venendo revocata dal giorno successivo, in seguito al successo dellOPA, lanciata da HeidelbergCement France a 10.60 euro per azione. Da allora è controllata dal gruppo tedesco HeidelbergCement con il 96.3% del capitale.

                                               

Itakh

Ītākh al-Khazarī o Ītākh al-Tabbākh fu un comandante in capo dellesercito califfale, costituito con elementi "turchi" dal califfo abbaside al-Muʿtasim. Come mostra la sua nisba, Ītākh era un Cazaro dorigine, e si diceva che egli avesse lavorato come cuoco prima di essere acquistato da al-Muʿtasim intorno all819. Durante il califfato di al-Mutawakkil reg. 847-861, il potere di Ītākh divenne una minaccia per lautorità califfale, che al-Mutawakkil voleva decisamente esprimere. Considerando che, quando non era ancora califfo, Ītākh lo aveva spesso dileggiato e avvilito, al-Mutawakkil lo fece catturare, torturare e mettere a morte nell849.

                                               

Battaglia di Itacurubí

La battaglia di Itacurubí fu uno scontro armato combattuto il 6 giugno 1819, durante il conflitto seguito allinvasione luso-brasiliana della Provincia Orientale, tra una colonna dellesercito del Regno Unito di Portogallo, Brasile e Algarve, guidata dal maresciallo di campo José de Abreu, Barone di Cerro Largo, le truppe di Misiones, al cui comando si trovava Andrés Guazurary. La battaglia si tenne nei pressi del fiume Icamacuá, nellattuale territorio di Rio Grande do Sul, e si concluse con la vittoria di Abreu. Guazurary fu catturato qualche giorno dopo lo scontro, mentre si apprestava a rientrare ad ovest del fiume Uruguay.

                                               

Italianieuropei

La fondazione nasce il 6 febbraio 1998 per iniziativa di un gruppo di personalità legate alla politica, tra le quali il futuro Presidente del Consiglio Massimo DAlema. Nel 2001 nasce la rivista Italianieuropei, bimestrale edito dalla stessa fondazione che promuove la cultura riformista e affronta i principali temi della politica e delleconomia in chiave europeista. Nel giugno 2008 la fondazione viene affiancata dallassociazione ReD - Riformisti e Democratici per dare una struttura territoriale alla fondazione stessa. Il 4 novembre 2008 nasce RED TV, la rete televisiva satellitare, nata dalla collaborazione della Fondazione Italianieuropei con Nessuno TV.

                                               

Itamaro

Itamaro fu il primo vescovo in Inghilterra ad essere nato sassone piuttosto che consacrato dagli irlandesi o tra i missionari romani di Agostino di Canterbury. Fu anche il primo vescovo sassone di Rochester. È venerato come santo dalla Chiesa cattolica, che lo ricorda il giorno 10 giugno.

Prelatura territoriale di Itaituba
                                               

Prelatura territoriale di Itaituba

La prelatura territoriale di Itaituba è una sede della Chiesa cattolica in Brasile suffraganea dellarcidiocesi di Santarém appartenente alla regione ecclesiastica Norte 2. Nel 2016 contava 206.200 battezzati su 216.600 abitanti. È retta dal vescovo Wilmar Santin, O.Carm.

Italcable
                                               

Italcable

Italcable - Servizi cablografici, radiotelegrafici e radioelettrici S.p.A. era unazienda italiana che operava nel campo dei servizi per la telecomunicazione. Era la società concessionaria dello Stato italiano per i servizi internazionali di telecomunicazione da e per lItalia, esclusi i paesi esteri di competenza ASST e dellAmministrazione Poste e Telegrafi.

                                               

Italsanità

Italsanità SpA fu una società del gruppo IRI-Iritecna, costituita nel 1988 per operare nel settore della promozione, progettazione, realizzazione e gestione di infrastrutture sanitarie. Fino al 1990, essa ha svolto solo attività promozionale, finalizzata ad ottenere lattribuzione di appalti pubblici. Successivamente la società fu al centro di uno scandalo giudiziario. A seguito del buco finanziario creato con alcune operazioni condotte nel 1990 e riguardanti la locazione di immobili da ristrutturare ed adattare al fine di adibirli a residenze sanitarie, nel 1992 la società è stata posta in liquidazione. Il fallimento della società portò ad un maxiprocesso che si concluse con le condanne, tra gli altri, dellamministratore delegato Ugo Benedetti per "truffa ai danni dello Stato" e di Mauro Leone figlio dellex Presidente della Repubblica Giovanni Leone coinvolto nella sua qualità di vicepresidente del Crediop, nonché di Ferdinando Mach di Palmstein, Tullio Ciarrapico figlio di Giuseppe Ciarrapico, anchegli coinvolto nellinchiesta, Marco Squatriti, avvocato daffari noto alle cronache per la vita principesca e per aver sposato la modella tunisina Afef Jnifen. I capi daccusa andavano dalla truffa al falso in bilancio ed alla tentata estorsione.

Orbit Downloader
                                               

Orbit Downloader

Orbit Downloader is a discontinued download manager for Microsoft Windows. Launched in 2006, its developers abandoned it in 2009. In 2013, Orbit Downloader was classified as malware by antivirus software after ESET discovered a botnet in the application.

                                               

Italicise

                                               

Italicize

                                               

Itamus

Itamus is a genus of beetles in the family Carabidae, containing the following species: Itamus cavicola Moore, 1978 Itamus dentatus Andrewes, 1919 Itamus kaszabi Jedlicka, 1968 Itamus castaneus Schmidt-Goebel, 1846

                                               

Italodytes

                                               

Italaphaenops

Delias itamputi
                                               

Delias itamputi

Delias itamputi is a butterfly in the family Pieridae. It was described by Carl Ribbe in 1900. It is endemic to Papua New Guinea. The wingspan is about 45 mm. Males are similar to Delias hypomelas, but without the paler distal scent-area. The forewings have a black distal area which is slightly less broad than in hypomelas, and on the hindwings the black edging is more of a line. Females are black with yellow markings. The forewings have a greenish-yellow proximal area extended to vein 3, its edge not sharply defined and there is a subapical row of four chrome-yellow patches, often also a subcostal streak and a fifth spot in 2. The patches in 4 and 5 are larger than the others. The hindwings have the proximal three-fourths of the costa white, and there is a proximal greenish-yellow area extending to the end of the cell, its edge diffuse. There are usually two yellow submarginal dots in 5 and 6.

Pleurotomella itama
                                               

Pleurotomella itama

The length of the shell attains 6 mm, its diameter 2 mm. This little, fusiform shell contains 7-8 whorls, including a three to four ventricose-whorled, beautifully cancellate, ochre-colored protoconch. The whorls of the spire are impressed at the suture and angulate in their middle. The few longitudinal ribs are remarkably incrassate, and are crossed by the spiral lirae, which give a roughened appearance to the whole surface. The aperture is ovate. The outer lip spreads out loosely. The siphonal canal is very short. The columella is simple. The shell is straw-colored to brownish.

Itamati
                                               

Itamati

Itamati is a village located in Nayagarh district of Odisha, India. It is 6 km from Nayagarh Town. Itamati is known as the major business centre of Nayagarh.

Itaura
                                               

Itaura

Itaura is a village in Jalaun district in the Indian state of Uttar Pradesh. This is a twin village and it includes Akbarpur and Itora. Village has historical value because of its location, which is between Kanpur, Jhansi, Orai, Mahoba and Kalpi.

Free and no ads
no need to download or install

Pino - logical board game which is based on tactics and strategy. In general this is a remix of chess, checkers and corners. The game develops imagination, concentration, teaches how to solve tasks, plan their own actions and of course to think logically. It does not matter how much pieces you have, the main thing is how they are placement!

online intellectual game →